Studio Contabile s.n.c.
Dr. Silvia Saccani | Lorella Donato
V.lo Venezze,5 - 45100 Rovigo | Tel +39 0425.28338 | Fax +39 0425.462270
| info@analisifiscale.it

 

Nuove imprese: aiuti a chi investe PDF Stampa E-mail
Con il D.L. 91/2014 torna lĂincentivo per lĂacquisto di nuovi macchinari: le societË che avviano l'attivitË fino al 30 giugno 2015 possono godere di un credito di imposta per l'acquisto di macchinari nuovi. Se l'investimento viene pagato con nuovi apporti di capitale, l'incentivo si cumula con la detassazione Ace potenziata per il triennio 2014-2016. Nel caso poi di necessitË di finanziamenti bancari, le Pmi potranno usufruire della nuova Sabatini introdotta dal decreto Żdel fare+. Il Bonus investimenti - LĂagevolazione fiscale sugli investimenti di cui al D.L. n. 91/2014 assume la forma di un credito di imposta di importo pari al 15% della differenza tra: - investimenti in beni strumentali realizzati nel ˘periodo agevolato÷, ossia nel periodo che decorre dalla data di entrate in vigore del Decreto CompetitivitË (25 giugno 2014) e termina il 30 giugno 2015; - media degli investimenti in beni strumentali realizzati nei cinque periodi dĂimposta precedenti al ˘periodo agevolato÷ (con facoltË di escludere il periodo di imposta con maggiori investimenti). Le societË che si costituiscono dopo il 25 giugno 2014 e fino al 30 giugno 2015 possono accedere al bonus, calcolando il credito di imposta su tutto l'importo degli investimenti realizzati nel periodo agevolato. Il costo netto dell'investimento sarË pari all'85% del prezzo pagato. Infatti nella totale assenza di un ˘periodo precedente÷ a cui fare riferimento, il credito di imposta Ů pari al 15% dellĂintero valore degli investimenti realizzati in ciascun periodo agevolato. Ace potenziata - L'incentivo agli investimenti in macchinari pu= sommarsi all'agevolazione Ace per la ricapitalizzazione delle imprese. LĂagevolazione, introdotta dallĂart. 1 del D.L. 201/11, consente di ridurre lĂimponibile fiscale delle aziende in misura pari al rendimento nozionale del nuovo capitale apportato allĂimpresa stessa. Tale rendimento Ů parametrato per il periodo dĂimposta in corso al 31 dicembre 2014, al 31 dicembre 2015 e al 31 dicembre 2016 rispettivamente al 4%, 4,5% e al 4,75%. LĂart. 19, co. 1, lett. b), del D.L. 91/2014, poi, ha modificato il comma 4 dellĂart, 1 del D.L. n. 201/2011, prevedendo per la parte del rendimento nozionale che supera il reddito complessivo netto dichiarato, in alternativa al riporto nuovo, la possibilitË di fruire di un credito dĂimposta applicando la suddetta eccedenza le aliquote di cui agli artt. 11 e 77 del TUIR (ossia le aliquote previste per lĂIRPEF e per lĂIRES). Nella determinazione, quindi, del credito dĂimposta, i soggetti IRES dovranno applicare lĂaliquota del 27,5% allĂimporto dellĂeccedenza per la quale rinunciano al riporto a nuovo, optando per il regime del credito dĂimposta. Il credito dĂimposta Ů utilizzabile in diminuzione dellĂIRAP dovuta in ciascun esercizio e va ripartito in cinque quote annuali di pari importo. Tale facoltË pu= essere esercitata a decorrere dal periodo dĂimposta in corso al 31 dicembre 2014, ossia con la presentazione della dichiarazione dei redditi (UNICO 2015). Resta ferma la possibilitË, ove la deduzione spettante sia maggiore del reddito imponibile, di computare lĂeccedenza in aumento dellĂimporto deducibile dal reddito complessivo dei periodi dĂimposta successivi (Cfr. art.1, comma 4, D.L. 201/2011 e art.3, comma 3, del D.M. 14 marzo 2012). Le societË neo costituite possono usufruire dell'agevolazione Ace applicando le percentuali di legge all'intero capitale sociale versato in denaro e ai versamenti in conto capitale effettuati dalla costituzione. Per l'esercizio di versamento, occorre il ragguaglio temporale. Nuova Sabatini - Le Pmi, comprese quelle costituite nei mesi predetti, possono inoltre accedere ai finanziamenti agevolati della Nuova Sabatini prevista dal D.L. 69/2013 e dal D.M. 27 novembre 2013. La norma prevede lĂaccesso semplificato a un contributo in conto interessi e al fondo di garanzia. (Fonte: Redazione Fiscal Focus)
 
Pros. >
News
2012
2014
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
Scegli la lingua
Cerca nel sito